Generalità

Migliorare il benessere con l’osteopatia.

Attraverso l’osteopatia possiamo prevenire e curare un lungo elenco di piccoli e grandi malanni che peggiorano la vita quotidiana di milioni di persone. L’Osteopatia è proponibile a tutte le età, anche ai bambini e alle donne in gravidanza.

Cosa si cura con l’osteopatia?

Vi illustriamo, a titolo di esempio, alcune delle patologie che si possono guarire facendo ricorso alla tecnica osteopatica.
Gli interventi si possono dividere in tre grandi aree:

  • Apparato muscolo-scheletrico: Rachialgie, dolori articolari (tunnel carpale, gomito del tennista, metatarsalgie, periartriti scapolo omerali,distorsioni,tendiniti ecc.).
  • Cranio: Cefalee, emicranie, nevralgie facciali, sinusiti, vertigini, alcuni problemi oculari e dentari.
  • Visceri: Molte patologie comuni come le coliti, alcune forme di cistiti, la stitichezza, il reflusso gastro-esofageo, le digestioni lente o difficoltose, i gonfiori addominali.

Come si svolge una seduta?

Il primo incontro serve per raccogliere più informazioni possibili sulla persona attraverso il colloquio col paziente, l’analisi dei referti medici (radiografie, Tac, Rm , esami del sangue, analisi cliniche etc.) e soprattutto attraverso la palpazione. Le mani, infatti, sono l'unico strumento per ricavare informazioni sulle vostre condizioni fisiche. Attraverso le mani, l’osteopata analizza i tessuti, le ossa e gli organi da cui ottiene una visione completa del vostro stato di stato di salute. Questa prima seduta dura circa 40-50 minuti ed è fondamentale per capire se e come si svolgerà l’iter di cura. Il numero delle sedute dipende da molti fattori: età del paziente, quantità e qualità dei disturbi.

Quali benefici otterrete con l’osteopata ?

In genere, se i disturbi che abbiamo precedentemente indicato non sono cronicizzati, i miglioramenti sono quasi immediati.

Mal Di testa

Image
Esistono differenti tipi di mal di testa:

Da tensione muscolare, fra i più comuni, causato spesso da stress, ansia, iper-lavoro; queste ed altre situazioni portano ad accumulare tensioni sulla muscolatura del collo che reagisce contraendosi specie nella porzione posteriore; la tensione coinvolge la base del cranio e può dirigersi anteriormente verso le tempie e sulla zona sopra orbitaria.

La tensione può essere anche post-traumatica (ad es. in seguito a colpo di frusta) o per portamento scorretto, o tensione nervosa.

Emicrania

Esistono notevoli varietà di emicrania; di solito c’è familiarità con questo disturbo che crea dolore ad un emilato del capo, con forme che possono essere pulsanti, peggiorano con il rumore, possono essere accompagnate da disturbi visivi (luci ad intermittenza o punti neri davanti agli occhi). A volte le sostanze contenute in alcuni cibi, quali: formaggi, cioccolato, vini e crostacei… possono avere azione scatenante. In genere nell’emicrania abbiamo una vasocostrizione dei vasi cranici ed una successiva vaso-dilatazione (fase del dolore). L’Osteopata regolarizza con le sue manovre il flusso sanguigno.

Mal di Testa da Masticazione

La malocclusione crea tensione alla muscolatura della masticazione, alla funzionalità meccanica dell’articolazione temporo-mandibolare, crea squilibrio fasciale, può causare problemi di spossatezza, testa confusa disturbi anche visivi. Anche in questo caso e’ possibile intervenire.

Mal di Testa da Weekend

Sono tipici di coloro che subiscono grossi stress durante la settimana per lavoro; i quali non riescono a riprendere un ritmo di vita più armonico e rilassato.

Trattamento neonati e bambini

Il motivo di consultazione più frequente dell' Osteopata in ambito pediatrico, è il trauma da parto. E' una comune credenza che i bambini ed i neonati non debbano avere stress o tensioni nel loro giovane corpo; in realtà la nascita è l'evento più stressante della nostra vita. Il neonato è sottoposto ad enormi forze quando l'utero lo spinge contro le pareti del canale vaginale. Il nascituro deve ruotarsi e torcersi, mentre viene compresso tra le ossa della pelvi nel suo viaggio breve ma molto stressante verso il mondo esterno. La testa del bimbo presenta le ossa che in questo periodo di vita sono morbide e si sovrappongono, piegano, deformano, mentre il neonato discende. Il cranio del neonato ha la notevole capacità di assorbire gli stress durante un parto naturale. Nel parto eutocico, il mento del neonato è flesso verso il torace in modo da presentare il diametro minore come impegno nel canale del parto. I neonati possono avere differenti presentazioni: podalica A) vertice B) bregma (precedentemente descritta) C) di fronte D).
Image
Tuttavia i neonati hanno spesso una strana forma del cranio dovuta appunto al travaglio. Nei primi giorni di vita extra-uterina, con l'inizio della suzione di pianti e sbadigli, la testa del neonato, si riassesta, riassorbendo in parte o completamente le deformazioni inferte al cranio durante l'espulsione. Tuttavia, questo processo se la nascita è stata difficoltosa, risulta incompleto, causando al neonato disfunzioni di varia natura. L'Osteopata può intervenire anche subito, in quanto le manovre effettuate sono estremamente delicate, è ovvio che il trattamento nelle prime ore di vita sarà diverso da quello che si può effettuare dopo qualche settimana. E' di fondamentale importanza normalizzare il cranio del neonato, pertanto sarebbe opportuno consolidare un rapporto di collaborazione fra medici, ostetriche ed osteopati al fine di effettuare un intervento incisivo di medicina prevetiva. La plagiocefalia rappresenta una componente strutturale accessibile attraverso cui i fattori neurologici inaccessibili possono essere influenzati e cambiati.

Il trattamento osteopatico

Il trattamento osteopatico apporta i seguenti benefici al bambino.
- migliora e/o ricorregge la "testa deviata" o plagiocefalia.
- migliora la suzione nelle prime 24 ore
- si hanno meno coliche gassose e con exitus più felice; i bimbi piangono di meno!
- migliora la qualità del sonno (anche delle notti dei genitori)
- migliora il sistema immunitario
- i bimbi sono più sereni.
- migliora la respirazione nei bimbi con asma
- migliora la risposta del SNC nelle paralisi cerebrali infantili e nella spasticità.
- migliora le difficoltà comportamentali es: difficoltà d'apprendimento
- migliora l'incidenza e l'intensità di problemi infettivi quali otiti, riniti, faringiti ricorrenti.
- migliora il controllo dell'enuresi notturna.
- migliora il tumore da parto.
- migliora i difetti di attenzione ed apprendimento.
L'intervento osteopatico si avvale di un dettagliato quadro anamnestico pertinente la madre, il parto ed il neonato.

Anamnesi della Madre

Importante sapere:
- se la madre ha avuto durante la gestazione malattie, specie nelle prime 10-12 settimane e dalla 26-32 settimana.
- se ha fatto uso di farmaci anche per un banale raffreddore specie nelle prime settimane.
- se ha assunto steroidi( hanno conseguenze sulle ghiandole surrenali del bambino) o
- antidepressivi (possono causare crisi di astinenza nel neonato)
- se fa uso di droghe
- se sono stati usati farmaci durante il travaglio
- se il padre usa droghe
- se ci sono problemi genetici
- se sono state effettuati gli esami di compatibilità ematica
- se la mamma fuma( i neonati sono di solito sotto peso)
- se beve (i neonati possono avere disturbi dell'attenzione)
- se la madre lavorava in gravidanza.
- se ha inalato o è stata esposta ad agenti chimici
- se il padre ha subito un esposizione tossica ambientale
- se usa computers
- importante lo stato emozionale durante la gravidanza
- ha avuto bisogno di supporto psicologico
- cosa ha mangiato in gravidanza
- se ha avuto iperemesi (vomito).

(Mary-Ann Morelli Haskell D.O. FACOP Coronado CA.)

Altri Ambiti

La terapia osteopatica è in grado di dare ottime risposte in altri ambiti, più precisamente nel caso di:

  • asma
  • allergie
  • conseguenze a traumi da parto
  • deglutizioni scorrette o maleocclusioni
  • convulsioni
  • difetti genetici
  • disfunzioni dello sviluppo neurologico
  • difficoltà scolastiche come: dislessia, carenza di attenzione
  • disturbi gastrointestinali
  • disturbi visivi e/o uditivi che impediscono la percezione sensoriale
  • dolori mestruali distorsioni - traumi sportivi
  • epilessia
  • ernie iatali ed osteopatia viscerale
  • esiti cicatriziali, postoperatori o da trauma
  • esiti bronchitici e/o polmonitici
  • incidenti automobilistici e/o d'altro genere
  • infezioni recidivanti, specialmente croniche a cariche dell'orecchio (otite)
  • lesioni celebrali
  • problemi comuni dei neonati, come: coliche, vomito, pianto inconsolabile, insonnia
  • problemi comportamentali
  • scoliosi
  • ritardo nello sviluppo fisico ed intellettuale
  • sindrome di Down
  • stress
  • tutte le algie della colonna vertebrale: cervicalgie, dorsalgie, lombalgie
  • trattamenti ai neonati come forma di prevenzione

La Prevenzione

L'aspetto fondamentale dell'osteopatia è quello preventivo, in quanto il trattamento osteopatico, ottimizzando il funzionamento naturale del nostro organismo, lo aiuta a mantenere il naturale stato di salute. Spesso, alcuni segni, e quindi disfunzioni, anche poco evidenti, possono portare ai disturbi del sistema neuro-muscolo-scheletrico, che se trascurati, nel tempo, possono organizzarsi in processi organici, cioè diventare patologie.

Il caso in cui si può parlare più concretamente di prevenzione è quello dei neonati. Traumi da parto, più o meno gravi e quindi più o meno evidenti sono molto facilmente risolvibili in età neonatale.

E' molto importante, quindi, fare una valutazione osteopatica del funzionamento delle strutture meccaniche e dei principali organi e apparati del neonato.

La prima facoltà universitaria di Osteopatia, risale al 1894, ma ora negli Stati Uniti ce ne sono 23 e dal 1992 è diventata Facoltà Universitaria anche in Gran Bretagna (dopo 50 anni di patrocinio della Casa Reale).

Connettiti con noi

Via Mazzini, 220 Taranto (TA)

Via Pisa, 69 Massafra (TA)

Resources

Iscriviti Alla Newsletter

Inserisci la tua email per rimanere aggiornato!

Abilita il javascript per inviare questo modulo